PIATTI TIPICI

il gusto della tradizione salentina.

CICIRI E TRYA O MASSA E CICIRI​

Questo è un piatto tipico della tradizione salentina. Il piatto è costituito da pasta e ceci .La pasta assomiglia a delle pappardelle tagliate , a rombo , una parte di essa viene cotta nella maniera tradizionale ( in acqua salata ) , mentre la restante parte viene fritta in olio bollente

MINCHIAREDDI D'ORZO AL POMODORO E CACIORICOTTA

Questo è un piatto tipicamente estivo poiché solo in questa stagione il cacioricotta a un punto tale da poter essere apprezzato come condimento e solo in questa stagione si trovano i fiaschetti, che sono i pomodorini piccoli ed allungati coltivati a secco, tipici del Salento.

PITTA RUSTICA DI PATATE

Pitta di patate rustica alla pizzaiola ricetta rosticceria salentina, facile e gustosa. Due strati di purea di patate che racchiudono un condimento arricchito da sapori e aromi mediterranei che donano alle patate tanto sapore. La pitta di patate salentina è un tortino di patate povero ma molto squisito.

PARMIGIANA ALLA CAMPAGNOLA

La parmigiana si può definire il grande piatto unico della cucina salentina. Si prepara affettando le melanzane  lunghe tipiche del Salento e friggendole senza alcuna infarinatura o impastellatura. Quando si saranno raffreddate, acconciate un primo strato in una teglia sul fondo della quale avrete versato del sugo di pomodoro fresco, quindi alternate strati di melanzane e sugo, aggiungendo qualche fogliolina di menta e una spolverata di formaggio pecorino piccante. Finite con un uovo sbattuto insieme al formaggio, quindi ponete in forno.

PITTULE CON IL BACCALÀ

Preparate la pasta amalgamando in una coppa un mezzo kg di farina, un panetto di lievito di birra, sale e acqua tiepida fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Lasciate lievitare in luogo tiepido tenendo il recipiente coperto con un panno di lana sino a quando l’impasto avrà raddoppiato il volume. Mescolate il baccalà sbollentato e tagliato finemente. Prelevate piccole quantità di impasto e con l’ausilio di un cucchiaio e calatele in abbondante olio bollente. Appena saranno ben dorate estraetele  e servitele preferibilmente ancora calde.

FRISEDDE

Piatto tipico estivo,  fresco e facilmente digeribile. L’uso canonico consiste nel bagnarle, incoronarle con i pomodorini freschi e locali, ricchi di “riddhru” (cioè con i semi), cospargerle di origano salentino , di sale e infine nell’allagarle, o quasi, d’olio di frantoio. Possono essere arricchite con altri condimenti come: rucola, peperoni, peperoncini, capperi, caruselle, finocchio marino sott’aceto… In questo caso vengono denominate “frisedde ‘ncapunate”.

Chiudi il menu